Vetro di Murano

Il vetro nella città di Venezia è una presenza che viene da lontano.
Nel 1291, per prevenire che i numerosi incendi derivanti dalla lavorazione del vetro distruggessero la città, la Repubblica di Venezia decretò lo spostamento di tutte le fornaci nell’isola di Murano.
Da quel momento si è cominciato ad adottare il termine Vetro di Murano che, grazie alla tipica lavorazione Veneziana ed al tipo particolare di vetro utilizzato, ha intrapreso un lungo percorso che lo ha portato ad essere il sinonimo di qualità che è oggi.

Lavorando si impara

Con l’avvento dell’era moderna i metodi di lavorazione del vetro si sono ampliati, infatti attualmente non troviamo più solo la tipica lavorazione in fornace o a lume, ma anche altre tecniche come vetro fusione e casting.

Alfier Glasstudio si concentra nell’utilizzo di queste nuove tecniche di lavorazione, combinandole e creando pezzi di grande forza espressiva.
Canne, murrine realizzate a mano, filigrane, zanfirici e reticelli, avventurina, oro, argento e platino rappresentano gli elementi fondamentali delle creazioni del nostro Studio. Dal loro accostamento con eleganza e cura del dettaglio, e dall’esperienza maturata, nascono pezzi unici per definizione che, sfruttando effetti di rifrazione di luce, rivelano il carattere distinguibile di Alfier Venezia.
Alfier VeneziaVetro di Murano